Omeopatia

Omeopatia integrata

Il ruolo dell’Omeopatia Integrata in un progetto di medicina globale

omeopatia-integrataIn oltre due secoli di storia, la medicina omeopatica ha conosciuto diversi sviluppi, il più interessante dei quali si sta svolgendo da un paio di decenni grazie al mutato atteggiamento dei medici omeopatici, che hanno progressivamente abbandonato l’apertheid in cui si erano autoreclusi per considerarsi una sorta di sottoinsieme della più ampia comunità scientifica. Nella sostanza, sono stati realizzati lavori di ricerca di base e sperimentazioni cliniche obbedendo ai crismi della ricerca accademica. Quest’ultimo passaggio ha consentito una decisa virata dallo status di medicina alternativa a quello di medicina integrata. Questa realtà costituisce l’evoluzione più originale dell’Omeopatia in Europa. La Medicina Integrata è un sistema teorico-pratico che, guidato da un intelligente opportunismo clinico, sa operare scegliendo per ogni singolo caso l’approccio più conveniente. Essa stabilisce che per curare le malattie si possono percorre due vie: eliminare l’agente causale oppure stimolare il potenziale di guarigione dell’organismo. Talora i due metodi si possono associare; altre volte bisogna scegliere quello più adatto, in termini di efficacia e di sicurezza. Nella formazione del medico moderno la conoscenza dell’Omeopatia Integrata è utile per curare le patologie più comuni e per affiancare le terapie convenzionali nei casi più impegnativi, con l’immediato vantaggio di non incorrere negli effetti collaterali che costituiscono il limite maggiore di alcuni trattamenti convenzionali e con l’intento di curare il malato nel suo insieme, superando l’approccio puramente sintomatico per giungere a una visione globale del paziente. In questa ottica si possono affrontare, soltanto con l’Omeopatia oppure, nei casi più impegnativi, con la cooperazione di entrambi gli approcci – convenzionale e omeopatico – numerose patologie di occorrenza comune: malattie virali febbrili, allergie, alterazioni della funzione digestiva, disturbi osteo-articolari, ansia, depressione e insonnia occasionali (ovvero al di fuori di malattie psichiatriche maggiori), ecc…

Dottor Luigi Turinese, Medico Esperto in Omeopatia, specializzato in Omeopatia e Terapia Omeopatica presso l’Università di Bordeaux II

25 Settembre 2018 / da / in,